Fiera Didacta
Acting responsibly

Parte da Didacta l’INDAGINE NAZIONALE SULL’INSEGNAMENTO DELLA SCRITTURA MANUALE promossa dall’ ASSOCIAZIONE CALLIGRAFICA ITALIANA in COLLABORAZIONE CON FONDAZIONE CARLO COLLODI e PELIKAN.

Fiera Didacta

Negli ultimi decenni si sta assistendo ad un progressivo deterioramento della capacità scrittoria dei bambini italiani nonchè ad una crescita esponenziale delle disgrafie e di altre criticità che in molti casi potrebbero essere prevenute. Anche l’impiego di strumenti inadeguati all’apprendimento della scrittura ha portato all’instaurarsi di cattive abitudini che spesso amplificano le difficoltà dei bambini: tutto ciò ha ricadute negative sul loro sviluppo fino-motorio e cognitivo.

Molti esperti calligrafi, pedagogisti, neuropsichiatri e psicomotricisti hanno sottolineato l’urgenza di affrontare la questione, in quanto la scrittura a mano gioca un ruolo estremamente importante nella maturazione dell’individuo ed è fondamentale per porre delle solide basi che agevoleranno un percorso scolastico soddisfacente.

L’Associazione Calligrafica Italiana, con un background di anni di studi ed esperienza diretta anche nelle classi, in collaborazione con Pelikan, da sempre impegnata nello sviluppo di strumenti pedagogici per la scuola, e Fondazione Collodi, Ente Morale emanato dallo Stato Italiano per sostenere la cultura dei e per i bambini, promuove un’indagine sull’insegnamento della scrittura manuale sul territorio nazionale al fine di far emergere, attraverso il contributo di chi opera ogni giorno sul campo, tutte le problematiche inerenti la questione e poter mettere a disposizione di insegnanti e alunni le proprie competenze. L’obiettivo della ricerca è di fornire concreti suggerimenti per una nuova didattica della scrittura nonchè per l’impiego di strumenti scrittori atti ad assicurare alle nostre generazioni future un adeguato percorso formativo, presupposto indispensabile a garantirne la competitività a livello internazionale.

Il questionario, che si rivolge a tutti gli insegnanti della scuola del’infanzia, della primaria e della secondaria di I°, verrà presentato a Didacta, momento focale per la scuola italiana, e potrà essere compilato direttamente sullo stand di Pelikan (Padiglione Spadolini, piano inferiore, stand 26). Durante tutta la manifestazione saranno presenti sullo stand anche le docenti dell’Associazione Calligrafica Italiana, che metteranno a disposizione degli insegnanti le loro professionalità e faranno sperimentare l’uso di diversi strumenti di scrittura in grado di favorire l’educazione alla corretta prensione dello strumento scrittorio. Successivamente alla manifestazione, il questionario potrà essere compilato on-line e sarà disponibile sui siti di Fondazione Collodi (www.pinocchio.it/fondazionecollodi), dell’Associazione Calligrafica Italiana (www.calligrafia.org) e di Pelikan (www.pelikan.it).

L’esito dell’indagine, che si protrarrà per tutto l’anno scolastico 2018/2019, verrà presentato a Didacta 2019.

Vi invitiamo a dare il Vostro contributo all’indagine scittoria e vi aspettiamo a Didacta!!

Francesca Biasetton, illustratrice e calligrafa

Pratica e insegna calligrafia da oltre vent’anni. Si è formata in Belgio, Germania, Inghilterra - e in Italia, seguendo i corsi dell’Associazione Calligrafica Italiana.

Autrice dello slogan calligrafico dei XX Giochi Olimpici Invernali, realizza i titoli di testa per il film La leggenda del pianista sull’oceano di Giuseppe Tornatore. In teatro è protagonista con Abbecedario, spettacolo in cui disegna dal vivo in videoproiezione, in tournée dal 2001, e presentato al Festivaletteratura di Mantova (2002), Festival della Filosofia di Modena (2007) e Festival della Mente di Sarzana (2013). Ha illustrato l’omonimo volume, Premio Andersen 2003 e Premio Stregagatto 2004.

Nel 2013 è stata invitata a partecipare all’Art Program di Starbucks USA. Alcune sue opere fanno parte della collezione Sammlung Kalligraphie di Berlino. Ha illustrato “All you can eat” di Chiara Lalli (Fandango Editore, 2015), “Chi ha rapito Giallo Canarino?” di Silvia Roncaglia (Nuove edizioni Romane, 2003 – Premio Libro per l’Ambiente 2006).

Ha pubblicato “La bellezza del segno – Elogio della scrittura a mano” (Laterza, 2018) e “Unique. What it says, How it looks” (Il Canneto Editore, 2014).

Insegna calligrafia dal 1997 per ACI Associazione Calligrafica Italiana. Visiting Professor presso NABA, Nuova Accademia di Belle Arti di Milano e IED Firenze. Dal 2011 riveste il ruolo di Presidente dell’Associazione Calligrafica Italiana.

ANNA RONCHI

Grafica e calligrafa, fondatrice e presidente onorario dell'Associazione Calligrafica Italiana, ha dato un significativo contributo al revival della calligrafia in Italia fin dal 1990. Insegna l'arte della calligrafia nei corsi per adulti. Ha tenuto laboratori di calligrafia in Spagna, Francia e Germania e numerosi corsi in Italia. Dal 2004 si interessa in particolar modo della calligrafia di bambini e ragazzi costituendo un gruppo di lavoro per indagare lo stato attuale e la situazione scolastica in riferimento alla scrittura a mano. Dal 2007 si specializza nell’insegnamento della grafia alla scuola primaria e nella formazione del personale docente della scuola. Ha sviluppato un nuovo modello di calligrafia scolastica – Corsivo 1.0 – basato su forme in parte tradizionali e in parte rinnovate. Il modello Italico 1.0 e 2.0 – che ha recentemente sviluppato insieme ad Alex Barocco – costituisce invece una proposta completamente nuova per l'Italia.

Anna Ronchi
via mercato 4
13836 Cossato
anna.ronchi@calligrafia.org
tel. 339 7003021
015 9233282

ALEX BAROCCO

Diplomata all’Istituto Europeo di Design di Milano nel 1988 in illustrazione e graphic design, si è specializzata nel tempo nell’ideazione di logotipi lavorando principalmente con le lettere e gli alfabeti, sua grande passione. Dal 2004 studia calligrafia e le scritture antiche. fino a maturare, oggi, l’esigenza di comunicare alle generazioni “digitali” l’importanza della conservazione della nostra “traccia”, della grafia bella e leggibile. Lavora da alcuni anni a fianco ad Anna Ronchi e all’Associazione Calligrafica Italiana di Milano, promuovendo la reintroduzione della calligrafia nelle scuole di tutti i livelli. E’ autrice del modello ITALICO 2.0, nuova proposta di modello di scrittura dedicato in particolare alla scuola secondaria, Tiene corsi e laboratori di calligrafia privati e presso le scuole, corsi di formazione per gli insegnanti, studia e applica la calligrafia in svariati altri campi collaborando con interior designer, architetti e privati. Oggi continua a fare ricerca, a insegnare calligrafia in molte forme, dagli stili storici a quelli contemporanei, fino alla scuola primaria, secondaria e le accademie d’arte.

Alessandra Barocco
graphics - calligraphy - handwriting consultant - docente dell’Associazione Calligrafica Italiana
mobile: 335 80 223
alex@alexbarocco.it
alexbarocco@gmail.com
www.alexbarocco.it
http://alexbaroccofree.blogspot.it/

IL SISTEMA GRIFFIX IN DETTAGLIO

Griffix wax crayon
Fase 1 – Età prescolare – dal disegno alla scrittura

Il bambino passa dal colorare disegni ad imparare a scrivere con divertimento. In questa fase ha bisogno di imparare ad impugnare la penna e controllare la pressione.

La mina in cera è molto morbida ed è ideale per favorire il passaggio dal disegno alla scrittura. La speciale impugnatura consente un facile controllo della pressione e permette di impugnare la penna in modo corretto, lasciando la libertà di scrivere sia con la mano destra che con la sinistra. La mina protetta dal fusto non si spezza e non sporca le mani.

La speciale struttura del fusto consente di fare avanzare la mina per poterla utilizzare completamente. La confezione rigida richiudibile contiene 8 pastelli in colori assortiti.

Griffix pencil
Fase 2 – Età scolare iniziale – si comincia a scrivere

Il bambino apprende le prime lettere dell’alfabeto ed ha appena capito se è destro o mancino. Deve ancora prendere confidenza con la scrittura ed ha bisogno della possibilità di cancellare.

La speciale impugnatura ergonomica è disponibile sia nella versione per destri che per mancini. A partire dalla matita e in tutte le fasi successive, il bambino ritroverà la stessa impostazione dell’impugnatura. La robusta mina hb, larghezza 2 mm, è particolarmente morbida e resistente alla pressione. non dovendo temperare la matita, il fusto rimane sempre della stessa lunghezza, permettendo di scrivere in modo ottimale. Per sostituire o far avanzare la mina, basta premere il pulsante sul fondello. Il simbolo “smile” rivolto verso chi scrive intagliato nel pulsante, è il metodo intuitivo che permette di capire se la penna è impugnata correttamente.

Disponibile nella versione per destrimani e per mancini.

Griffix roller
Fase 3 – Età scolare intermedia – si comincia a usare l’inchiostro

Il bambino comincia ad avere una scrittura di base sviluppata anche se ancora infantile. Deve aumentare la sua sicurezza, senza cancellare in continuazione.

Le cartucce sono semplici da sostituire ed ogni cartuccia ha una punta in feltro incorporata: ogni volta che si cambierà la cartuccia, si avrà una punta nuova. La punta in feltro offre una resistenza alla pressione maggiore delle penne a sfera aiutando il bambino a seguire la sequenza del tratto.

La tecnologia della punta feltro assicura un flusso di inchiostro ideale per movimenti ampi e fuenti.. L’inchiostro blu è cancellabile e riscrivibile con i cancellatori d’inchiostro Pelikan. Il simbolo “smile” rivolto verso chi scrive, impresso sull’impugnatura e intagliato nel fondello, è il metodo intuitivo che permette di capire se la penna è impugnata correttamente. Disponibile nella versione per destrimani e per mancini. La confezione è composta da 1 penna + 2 cartucce di inchiostro. In caso di disturbi motori la sferografica è lo strumento di scrittura ideale.

Penna stilografica
Fase 4 – Età scolare avanzata – la scrittura diventa adulta

Questa fase evolutiva, a volte sottovalutata, è molto importante per completare l’apprendimento e raggiungere una scrittura adulta. In questa fase si apprende a gestire definitivamente la pressione da esercitare sulla penna.

Il pennino in acciaio, punta iridio, ha la parte superiore coperta per evitare di sporcarsi le mani mentre si scrive e che il pennino si rompa o si deformi. La finestrella sul fusto permette di controllare il livello dell’inchiostro nelle cartucce. Le cartucce sono stampate in divertenti e coloratissime fantasie. L’inchiostro blu royal è cancellabile e riscrivibile con i cancellatori d’inchiostro Pelikan. Il simbolo “smile” rivolto verso chi scrive, impresso sull’impugnatura e intagliato nel fondello, è il metodo intuitivo che permette di capire se la penna è impugnata correttamente. Disponibile nella versione per destrimani e per mancini.

PER RICEVERE IL MANUALE

PER RICEVERE IL MANUALE “Il processo di apprendimento della scrittura“ scrivi a info@pelikan.it specificando i tuoi dati:

  • Nome/Cognome
  • Scuola – Ordine e grado
  • Materia di insegnamento
  • Mail