Pelikano®
La storia
La storia di Pelikano: l'icona delle penne stilografiche

La storia di Pelikano è costellata di tappe di grande successo. Scopriamole assieme in questa carrellata degli eventi più importanti dal 1960 ai giorni nostri.

La storia di Pelikano

Dal 1960 a oggi

Pelikano vanta una importante storia che ha origine nel 1960: la prima penna Pelikano era stata realizzata solo dopo numerosi consulti con gli insegnanti, al fine di acquisire conoscenze approfondite su come si impara a scrivere.

Progettata per soddisfare al meglio le esigenze degli studenti, contava già nel 1964 milioni di utilizzatori ed è poi diventata lo strumento di scrittura per eccellenza nelle scuole.

Nel corso degli anni, la penna è sempre stata migliorata nel funzionamento e nella forma: per celebrare il suo 50 ° anniversario è stato sviluppato un design completamente nuovo e la stilografica è stata affiancata dalla nuova penna roller.

1960: nasce una leggenda

In seguito ad approfonditi studi e test sul modello 120, condotti in collaborazione con migliaia di insegnanti, nella primavera del 1959 vennero raccolte preziose informazioni sulla correlazione esistente tra il rendimento di chi scrive e lo strumento di scrittura. Dall'analisi di questi dati nacque la prima penna Pelikano.

Il modello originario aveva un cappuccio a vite in alluminio che culminava in una punta arrotondata blu, con fermaglio a forma di becco. Anche la parte terminale del fusto era arrotondata

La forma della prima Pelikano richiamava quella del modello P15/P25 con pennino completamente nascosto.

La vera rivoluzione era però il meccanismo di ricarica: grazie alle cartucce, i bambini non dovevano più armeggiare con le boccette di inchiostro e non era più necessario pulire il pennino dopo il riempimento.

 

1965: qualità collaudata in una forma innovativa

Questo è l'anno della profonda evoluzione tecnica ed estetica della Pelikano. Sul piano del design, cambia la forma dell'estremità del cappuccio e del fusto che assumono linee più piatte, mentre a livello funzionale cappuccio e pennino subiscono importanti rivisitazioni. Grazie a un'innovativa finestrella sul fusto diventa possibile controllare il livello di inchiostro anche nelle stilografiche.

Per il nuovo cappuccio a scatto in ottone cromato viene ideato un fermaglio leggermente modificato, che mantiene tuttavia l'inconfondibile silhouette del becco del pellicano.

Il pennino semiscoperto e oscillante diventa ben visibile, ma comunque sufficientemente stabile per resistere anche alla pressione di una posizione di scrittura inclinata.

Assecondando i suggerimenti degli esperti di pedagogia, la parte anteriore viene dotata di scanalature per fermare saldamente la presa ed evitare che i bambini impugnino la penna troppo saldamente dalla punta.

 

1969: tutta la leggerezza di una piuma

Anche il successivo modello di Pelikano mantiene il cappuccio a scatto in ottone cromato, rivisitato però nelle forme secondo i gusti dell'epoca. Al posto del fermaglio a becco, fa la sua comparsa un fermaglio sottile e affusolato. Sull'estremità del cappuccio viene inserito il logo del pellicano e sul fermaglio la scritta "Pelikano". Il fusto è realizzato con un innovativo materiale plastico resistente alla rottura.

Il pennino semiscoperto viene rivisitato nelle forme, mantenendo l'elasticità del modello precedente, ma con i lati smussati per conferire maggiore stabilità alla pressione. Grazie al suo speciale taglio rimane in uso fino al 1979, anche per le penne stilografiche per adulti.

Sollecitata dalla richieste dei genitori, l'anno successivo Pelikan lancia sul mercato anche il primo modello rosso, per venire incontro anche ai gusti delle studentesse.

 

1973: impugnatura zigrinata per dita pulite

 

Forma ad arco sottile e scritta "Pelikano" sono le innovazioni più evidenti del nuovo fermaglio della Pelikano, che si arricchisce anche del logo Pelikan. Il cappuccio a innesto rimane in ottone cromato, tuttavia per l'esportazione viene realizzato anche il modello 465 con cappuccio in plastica colorato. La speciale conformazione dell'estremità superiore del fusto permette l'applicazione di etichette adesive con il nome del possessore.

 

Il pennino risulta leggermente più esposto nel punto di attacco e conserva la sua caratteristica forma affusolata e appuntita. Per la prima volta vengono introdotti i modelli 460 e 461 rispettivamente per destrimani e mancini.

La nuova impugnatura antiscivolo in corrispondenza del dito indice, aiuta i bambini che tendevano ad afferrare la penna troppo in basso, a mantenere una posizione di scrittura corretta.

 

 

 

1979: perfetta per gli studenti

Compare il nuovo cappuccio cilindrico. Il fusto viene inoltre leggermente accorciato in modo che il peso della penna sia equamente distribuito nella mano del bambino quando il cappuccio è inserito sul fondello. Il fermaglio assume una forma ancora più rettangolare.

I codici dei modelli vengono modificati in 450 e 451 per mancini e mantenuti fino al 2009.

La modifica della parte anteriore getta le fondamenta per l'impugnatura corretta del fusto che garantisce la posizione di scrittura ideale. Anche il profilo dell'impugnatura viene leggermente modificato e la parte terminale della sezione anteriore viene resa più diritta.

La forma del pennino non subisce ulteriori variazioni fino al 2003.

 

1984: il profilo dell'impugnatura si perfeziona

Pur conservando fondamentalmente la propria forma, la Pelikano subisce alcune importanti variazioni nella parte anteriore, che viene ulteriormente migliorata per assicurare una posizione di scrittura ottimale

Dato lo scarso appeal, la "Pelikano-Super" con fusto in metallo, disponibile dal 1983 resiste solo un anno sul mercato e poi esce di produzione.

Il profilo dell'impugnatura viene ottimizzato per impedire che il dito medio scivoli verso il pennino. L'anno successivo viene messa a punto l'impugnatura antiscivolo definitiva.

 

1989: maggiore controllo sul livello di inchiostro

Nel 1989 interviene un'importante modifica dal punto di vista tecnico. Il fusto della penna viene dotato di una finestra orizzontale che permette di controllare il livello di inchiostro della cartuccia in uso e di quella di riserva.

In linea con le tendenze del momento, la Pelikano viene proposta anche in colori moderni: bianca con fermaglio nero, verde menta e rosa.

Sempre nel 1989, per le varianti blu e rosso vengono proposti i pennini dorati. I modelli verde menta e rosa vengono dotati di pennino e fermaglio nero.

Negli anni successivi le esigenze dei consumatori nel settore delle prime penne per la scuola cambiano radicalmente e la Pelikano viene ritenuta più adatta a bambini di 8-10 anni.

 

1993: viene introdotto il cappuccio di sicurezza

 

Dal 1993 fa la sua comparsa la Pelikano Junior: la stilografica perfetta per le mani dei bambini, per muovere i primi passi nella scrittura. I modelli esistenti vengono rivisitati solo nel look: al fusto nero viene aggiunto il pennino dorato e il fermaglio in acciaio. Le penne nei colori di tendenza verde e rosa erano disponibili solo con pennino e fermaglio neri.

 

Nel 1994 il governo inglese emana una legge che impone l'adozione dei cappucci di sicurezza sugli strumenti di scrittura destinati agli studenti. Pelikan recepisce le nuove disposizioni in materia di produzione degli strumenti di scrittura e realizza nuovi cappucci conformi ai requisiti normativi.

 

2000: Pelikano segue le tendenze del momento

La nuova Pelikano si presenta con un fusto in plastica traslucida con superficie opaca. Questa variazione estetica, che rende l'interno della penna chiaramente visibile, elimina la finestrella di controllo del livello di inchiostro.

Il fermaglio assume una forma leggermente curva.

Oltre che nei tradizionali colori blu e rosso, la Pelikano viene ora prodotta in altri colori di tendenza come il verde e una particolare tonalità di rosso.

Cambia la tecnica di intaglio del pennino per aumentarne la scorrevolezza.

 

2003: design rivoluzionato

Questo è l'anno della svolta per il design della Pelikano che subisce una trasformazione radicale. Il risultato finale è frutto di un'indagine di mercato volta a testare l'accettazione di diversi modelli.

Importanti gli interventi sul fusto e sul cappuccio della nuova Pelikano, che subiscono un deciso arrotondamento. Viene mantenuta la plastica traslucida del modello precedente, che viene utilizzata anche per il fermaglio leggermente curvo e la sommità del cappuccio.

Il pennino viene ripreso dal modello Future destinato ai teenager. Sulla parte anteriore fa la sua comparsa un'impugnatura dal profilo completamente ridisegnato e differenziato nei modelli per destrimani e mancini.

Questa versione della Pelikano fa da apripista nel mercato delle penne per teenager, mentre per imparare a scrivere c'è la Pelikano Junior. Per i bambini dai 9 anni in avanti diventa una sorta di status symbol, che ufficializza il passaggio a una fase di vita più adulta.

 

2010: mai stata così fashion!

Per festeggiare i suoi primi 50 anni, la Pelikano si rifà il look in chiave trendy. La parte anteriore trasparente rende perfettamente visibile il livello di inchiostro, mentre il nuovo cappuccio in metallo conferisce alla penna un appeal moderno.

Anche gli studenti che prediligono le penne roller ora non devono più rinunciare alla Pelikano.

Nella sua attuale versione la Pelikano è dotata di stabile pennino in acciaio e speciale impugnatura morbida che garantisce una scrittura confortevole. La nuova Pelikano è disponibile in tre colori di tendenza (rosso, blu e verde), leggermente più scuri per la variante roller, per poter distinguere facilmente le penne quando sono chiuse.

E naturalmente, la penna stilografica e la penna roller sono disponibili sia nella versione per destrimani e per mancini.