Maki-e Maiko in Kyoto

  • Maki-e Maiko in Kyoto

Descrizione

Maiko in Kyoto

Era l’anno 794, quando l’imperatore giapponese Kammu trasferì la capitale del Giappone in una nuova città, che chiamò Kyoto. Fu il luogo di una dinastia molto importante, dove anche la gente comune poteva condurre una vita soddisfacente. Alla fine del 12° secolo, Kyoto divenne il cuore del commercio e dell’industria del Giappone e, dopo circa 7 secoli di prosperità, rinacque come città moderna. L’imperatore Meiji spostò la capitale a Tokyo. Oggi Kyoto è la sesta città più grande del Giappone, con una popolazione di 1,5 milioni di abitanti e, grazie alla sua storia e tradizione, attrae tutti gli anni molti turisti per la ricchezza di templi, santuari e molte edifici storici.

Nella tradizione giapponese, “Maiko” è una giovane donna, che svolge un periodo di addestramento, in genere della durata di 5 anni, durante il quale impara le tipiche arti espressive della tradizione giapponese, quali, ad esempio, il ballo, il canto, la musica e le buone maniere. Nel passato la giovane aveva un’età compresa tra i 9 ed i 12 anni quando cominciava questo addestramento, oggi la legge ha portato l’età ai 14-15 anni. Possiamo quindi asserire che una Maiko è una giovane Geisha apprendista. Tipico della tradizione giapponese è anche il suo abbigliamento: gli appariscenti zoccoli di legno, il coloratissimo kimono con le maniche lunghe, per indicare che la giovane è nubile, e collo alto sulle spalle. Al termine dell’addestramento la giovane Maiko diventa a tutti gli effetti una Geisha.

Sul cappuccio di questa Maki-e è dipinta una “pagoda”, la tipica torre a 5 piani, simbolo dell’ antica storia di Kyoto. Sul serbatoio è dipinta una graziosa Maiko, in piedi su un pavimento in pietra, sul quale stanno cadendo, come in una lieve danza, soffici petali di ciliegio.

Maki-e è l’arte giapponese di “dipingere seminando oro” ed è famosa in tutto il mondo per la sua bellezza e il suo valore artistico. La stilografica Pelikan Maki-e “Maiko in Kyoto” è dipinta da un maestro artigiano con 2 diverse tecniche: la prima, denominata Taka-maki-e, consiste nel tracciare il contorno delle decorazioni con un pennellino, vengono quindi usate lamine o polveri d’ oro e d'argento per "riempire" le decorazioni disegnate, che risultano così a rilevo.

La seconda, denominata Togidashi-Maki-e, consiste nel coprire le decorazioni con una lacca nera priva di olio. Con questo metodo il disegno appare come velato d’acqua.

L’artista giapponese Urushi ha dipinto la stilografica“Maiko in Kyoto” fondendo armoniosamente entrambe le tecniche citate. Il lavoro è stato realizzato nella regione giapponese Kaga, molto famosa per le arti tradizionali giapponesi.

Nel 1929 Pelikan registrò il brevetto per il meccanismo a stantuffo, un nuovo sistema per caricare le penne stilografiche. Questa tecnica, rivista e perfezionata, è usata ancora oggi. La stilografica “Maiko in Kyoto” è un’opera d’arte: il pennino è in oro 18K/750, bicolore con decorazione in rodio, il logo Pelikan sulla corona, il numero di edizione e la firma dell’artista sono anch’essi lavorati secondo la tecnica Maki-e.

La stilografica, nel formato Souveraen M1000, è prodotta in Germania e dipinta in Giappone: è il risultato della combinazione tra la magistrale competenza di Pelikan, con oltre 170 anni di tradizione e tecnologia nella produzione degli strumenti per la scrittura, e le tecniche di decorazione asiatiche, conosciute in tutto il mondo.

E’ confezionata in un cofanetto regalo molto semplice in legno di Paulownia, proprio per esaltare e far brillare di luce propria la bellezza straordinaria della stilografica.

Edizione 2010, solo 88 esemplari a livello mondiale: un numero vincente, che nella mitologia cinese significa “buona fortuna”.

 

Tutti i modelli e le misure

Maki-e Maiko in Kyoto

Altri dettagli

Come iscriversi alla newsletter penne pregiate

Vi piacerebbe essere aggiornati su tutte le novità inerenti le nostre penne pregiate?

Nessun problema! Iscrivetevi qui di seguito alla nostra newsletter e vi terremo informati su tutte le novità e gli eventi Pelikan.

Utilizzeremo il vostro indirizzo unicamente per la newsletter e non lo comunicheremo a terzi.